IV Conferenza del Centro Studi per le Reti Ecologiche

La IV Conferenza del Centro Studi per le Reti Ecologiche “Esperienze di Road Ecology: ricerca, pianificazione e progettazione per la sostenibilità ecologica delle infrastrutture” si terrà a Pettorano sul Gizio il 17 giugno 2017 ed è organizzata dal Centro Studi per le Reti Ecologiche della Riserva Naturale Regionale Monte Genzana Alto Gizio, dal Comune di Pettorano sul Gizio (AQ) e Legambiente Abruzzo Onlus, con il patrocinio di: Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Istituto Superiore per la Protezione e Ricerca Ambientale, Università degli Studi dell’Aquila, Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, Parco Nazionale della Majella, Parco Regionale Sirente Velino, Associazione Teriologica Italiana, Riserva Naturale Regionale Calanchi di Atri, Riserva Naturale Regionale Gole del Sagittario, Riserva Naturale Regionale Zompo Lo Schioppo.

The IV conference of the Study Centre for the Ecological Networks (Centro Studi per le Reti Eco-logiche) called “Road Ecology Experiences : research, planning and design for the ecolog-ical sustainability of infrastructures” will take place in Pettorano sul Gizio on June 17th and is organized by the Study Centre for the Ecological Networks of  the Regional Nature Reserve Monte Genzana Alto Gizio, by the Municipality of Pettorano sul Gizio (AQ) and by Legambiente Onlus, supported by: IENE, Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, ISPRA, Università degli Studi dell’Aquila, Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, Parco Nazionale della Majella, Parco Regionale Sirente Velino, Associazione Teriologica Italiana, Riserva Regionale Naturale Calanchi di Atri, Riserva Naturale Regionale Gole del Sagittario, Riserva Naturale Regionale Zompo lo Schioppo. 

 

PROGRAMMA DELLA CONFERENZA
Ore 9.00 – Apertura segreteria e registrazione partecipanti
Ore 9.30 – Presentazione del convegno e saluti
Pasquale Franciosa (Sindaco di Pettorano sul Gizio)
Augusto De Panfilis (Assessore alla Riserva Naturale Regionale Monte Genzana Alto Gizio)
Mauro Fabrizio (Direttore della Riserva Naturale Regionale Monte Genzana Alto Gizio)
Ore 10.00 – Inizio lavori (Coordina A. Loy)
Tree-lined roads protection in Italy
A. Porta, M. Devecchi
New perspectives in Road ecology: the need for a switch to population- and ecosystem-level research
M. D’Amico, F. Ascensão, R. Barrientos
S.P.I.A., the app that informs of ungulate-vehicle collision risk
N. Putzu, D. Bonetto, M. Canonico, F. Civallero, S. Fenoglio, G. Manzini, D. Massara, P.G. Meneguz, R. Moriano, P. Tizzani
Insularization due to road network: ecological corridors analysis on Umbria Region
S. Ciabò, L. Fiorini, A. Marucci, F. Zullo, B. Romano
Identifying best practice management of road verges for pollinator habitat conservation.
A. McAleenan, D. Woodward, P. Millar
Ore 11.40 - Pausa caffè
Ore 12.00 - Ripresa dei lavori (Coordina Paolo Ciucci)
Exploring potential uses of the New R Package SiMRiv for evaluating the Influence of Roads on Wildlife Movements and Predicting Road Mortality Risk
L. Quaglietta, M. Porto
Road kill risk for the Eurasian badger (Meles meles, Carnivora, Mammalia) in Central italy
M. Fabrizio, M. Di Febbraro, F. Roscioni, A. Loy
An integrated, multi-order modelling approach to investigate behavioral response by brown bears to roads in the Abruzzo Lazio and Molise National Park, Italy
M. Falco, C. Datti, L. Maiorano, P. Ciucci
Using occupancy-detection models to assess the roadkill risk.
M. Ferreira, F. Ascensão, H. M. Pereira
Ore 13.20 – Pausa pranzo
Ore 15.00 – Inizio lavori (Coordina Marcello D’Amico)
Road-kill patterns in a community of Mediterranean carnivores
R. Barrientos
The LIFE STRADE project: A comprehensive approach to face wildlife traffic collisions
S. Ricci, A. Mertens1,R. Mazzei, U. Sergiacomi
Road mortality in Central Italy populations of Green (Hierophis viridiflavus) and Black (H. carbonarius) Whip Snake.
V. Ferri, C. Soccini, Francesco Di Toro, Angelo Cameli
Infrastructure Obstruction Profile (IOP) implemented along the transport infrastructures: the case of the Gole Tremonti, Valle Peligna and Valle del Tirino in the Abruzzo Region (Italy)
M. Spera, B. Romano, A. Marucci, F. Zullo
Quantify population trends for Bufo bufo with Citizen Conservation Action Projects. A case study in Lombardy: the Lake Idro Toads Project.
V. Ferri, C. Soccini, C. Mora, S. Silvestri, M. Zenucchi, R. Fasolo
Connecting habitat for Muscardinus avellanarius
S. Hughes, I. White
Ore 16.30 – Sessione Poster (Coordina Mauro Fabrizio)
Carrying out mitigation measures to make road SP 63 “Simbruina” safe for bears (Ursus arctos marsicanus) between the villages of Capistrello and Serra S. Antonio.
D. Valfrè
Una strada ad alta percorrenza: la S.P. Valle di Vico nella Riserva Naturale Regionale Lago di Vico (VT) e gli impatti sulla fauna.
B. Lucrezia, B. Bartoli, G. Puddu, G. Tirone, M. Zapparoli
Analisi degli incidenti stradali dovuti al cinghiale in una strada interna alla R.N.R. Lago di Vico
V. Cippitelli, B. Beatrice, G. Puddu, M. Zapparoli
Characterisation of roadkill sites in the Province of Teramo. First results.
A. Melchiorre, S. Ciabò, M. Biondi
A road risk map for the European polecat (Mustela putorius, Mammalia, Carnivora, Mustelidae) in Italy
L. F. Russo, M. Fabrizio, M. Di Febbraro, A. Loy
Analysis of ecosystems occlusion caused by linear infrastructures in the “Gole di Tremonti”, “Valle Peligna" and “Valle del Tirino”
M. Spera, B. Romano, A. Marucci, F. Zullo
Analysis of the fauna mortality caused by vehicular traffic in the areas included between: “Gole Tremonti", “Valle Peligna" and “Valle del Tirino”
M. Spera, B. Romano, A. Marucci, F. Zullo

Call for paper

Icon
Abstract della IV conferenza del Centro Studi per le Reti Ecologiche

Call for paper

Icon
IV Conferenza del CSRE
Icon
English version
+ MODULO DI ISCRIZIONE

Organizzato da:

logo riserva genzana

Supported by:

Tema della conferenza

L’efficienza della rete ecologica è fortemente condizionata dalla dislocazione delle strade sul territorio. La rete infrastrutturale viaria è infatti uno dei principali elementi che determina ed esaspera fenomeni quali la frammentazione ambientale e la riduzione degli habitat. La Road Ecology è la disciplina che tratta questi aspetti e, più in generale, le interazioni tra le vie di comunicazione umane e la biodiversità.

La consapevolezza su questi temi è sempre più diffusa così la progettazione e la pianificazione di nuove infrastrutture e la gestione di quelle esistenti, sono sempre più spesso integrate da studi e applicazioni di Road ecology.

Questa materia, considerata ancora “innovativa” per molti aspetti, nasce come branca della landscape ecology ma è caratterizzata da una spiccata interdisciplinarità in quanto sono tante le figure coinvolte nell’analisi dei problemi di frammentazione indotti dalle strade, nella progettazione di opere di mitigazione e di riconnessione degli ecosistemi, nella pianificazione territoriale e infrastrutturale.

La conferenza vuole costituire un momento di raccordo tra tutti i soggetti interessati che afferiscono al mondo della pianificazione e della progettazione tecnica (ingegneria civile, architettura, urbanistica) e delle scienze ambientali in genere (gestione faunistica, agronomia, progettazione di aree verdi, tutela del paesaggio conservazione della natura), nonché del management del territorio e delle infrastrutture (amministratori pubblici, enti gestori delle strade ecc.). L’intento è comporre un quadro delle più significative esperienze di Road ecology, prendendo in considerazione non soltanto studi di ecologia stradale pura, ma anche tutti quegli esempi di integrazione e contaminazione di questo settore all’interno di lavori di più ampio respiro, come la redazione di piani territoriali o urbanistici, valutazioni ambientali, studi faunistici che prendano in considerazione, tra le questioni affrontate, anche le interferenze tra infrastrutture viarie e le componenti ecosistemiche.

La Road ecology è infatti una disciplina dagli esiti estremamente pragmatici e che pertanto ben si presta a supportare tutti i processi di trasformazione del territorio che inevitabilmente contemplano la presenza di strade (piani territoriali, urbanistici, piani di settore, progetti urbani ed edilizi) ed è interessante confrontarsi su quanto, allo stato attuale, gli strumenti ordinari di gestione territoriali siano pervasi da tali tematiche.

 

The efficiency of an ecological network is strongly affected by the dislocation of the roads on a territory. In fact, the infrastructural road network is one of the most influencing elements in habitat fragmentation and loss.  This kind of issues is the subject of the disci-pline called “Road Ecology“; more in general, it studies the interaction between human communication networks and biodiversity. The awareness about these topics is getting more and more widespread, so that, when it is necessary to plan a new infrastructure or to manage an existing one, these operations are sup-ported by Road Ecology studies and applications. 

his discipline, today still considered innovative, was born as a branch of Land-scape Ecology, but it is distinctly interdisciplinary, as many different scientific profiles are involved in the analysis of the fragmentation problems caused by roads, in eco-system mitigation and reconnection works, and finally in environmental and infrastructural planning.

The conference wants to become a connection place where all the individuals involved in the field of technical design (engineers, architects, etc.) and in envi-ronmental sciences in general (wildlife management, agronomy, green areas design, nature and landscape preservation), as well as  territory and infrastructure managers (public administrators, road management societies, etc.) can share and integrate their points of view. Therefore, the conference aims at collecting and melt the most significant Road Ecology experiences, taking into account not only the Road Ecology studies strictly meant, but also themany examples of integration and contamination of this researching field with other disciplines in wide-ranging works: town planning, environmental assess-ments, wildlife studies; many of them also consider, along with other issues, the interferences between road infrastructures and ecosystem components. 

oad Ecology is therefore an extremely pragmatic discipline, very suitable for sup-porting all the territory transformation processes hat inevitably involve road networks (town plans, spatial plans, building projects etc.). It is also very interesting to exchange opinions about how much the ordinary territory management tools are currently affected by this kind of issues. 

I lavori presentati potranno vertere sui seguenti argomenti:

Le misure di mitigazione

Le metodologie analitiche applicate

Le tecniche GIS di supporto agli studi

Il monitoraggio dell’impatto della rete viaria sulla biodiversità (mortalità diretta, perdita di habitat, frammentazione ambientale, monitoraggi faunistici ecc.).

Politiche e strategie di pianificazione

Analisi delle minacce

Progettazione di nuove infrastrutture

Utilizzo di indicatori di Road ecology nella pianificazione e nelle valutazioni ambientali (VIA, VAS, VINCA)

Riepilogo scadenze

30 Aprile 2017

Invio abstract

21 Maggio 2017

Conferma abstract

9 giugno 2017

Iscrizione al convegno

17 Giugno 2017

IV Conferenza del Centro Studi per le Reti Ecologiche

31 Luglio 2017

Invio paper

Abstract

Invio abstract

Tutti gli autori che intendano portare un contributo orale o presentare un poster dovranno inviare un abstract di massimo 300 parole con indicato il titolo dell’intervento, i nomi degli autori, gli enti di appartenenza e gli indirizzi entro il 30 aprile 2017 via mail all’indirizzo csre@riservagenzana

Autorizzazione

Inviando il proprio contributo, gli autori autorizzano implicitamente l’organizzazione a pubblicarlo negli atti del convegno.

Pubblicazione

È prevista la pubblicazione degli atti della conferenza su volume e Ebook con ISBN. Pertanto, a seguito della conferenza sarà richiesto agli Autori di redigere un paper per ognuno dei contributi accettati secondo le modalità che verranno fornite.

I contributi inviati, che devono essere originali e non essere stati pubblicati o presentati in altri convegni, saranno sottoposti a procedura di revisione e valutazione da parte del comitato scientifico.

Abstract

Gli abstract saranno selezionati dal Comitato Scientifico per la presentazione orale.

L’accettazione dell’abstract verrà comunicata entro il 21 maggio 2017.

Poster

I poster cartacei potranno essere portati a mano il giorno della Conferenza.
I poster dovranno essere redatti a colori e in formato 70×100 con orientamento verticale. L’impostazione grafica e la tecnica di realizzazione sono libere.

Quota d'iscrizione

Per la pubblicazione negli atti è necessario che almeno un autore di ciascun contributo accettato si sia registrato alla Conferenza ed abbia pagato la quota di iscrizione entro il 9 giugno 2017.

Iscrizione

L'iscrizione al convegno è gratuita e comprende il materiale congressuale, le pause caffè e gli atti del convegno che verranno inviati in forma cartacea successivamente.
Per gli iscritti alla conferenza ci sarà la possibilità di pranzare con un costo di 10 € a persona.
L'iscrizione è obbligatoria e dovrà essere effettuata entro il 9 giugno per motivi logistici.

Iscrizione IV Conferenza del CSRE

Comitato scientifico

Mauro Fabrizio (Centro Studi per le Reti Ecologiche)
Serena Ciabò (Università degli Studi dell’Aquila)
Anna Loy (Università degli Studi del Molise)
Mirko di Febbraro (Università degli Studi del Molise)
Marcello D’Amico (CIBIO-InBIO (Università di Porto) e CEABN-InBIO (Università di Lisbona))
Simone Ricci (Progetto Life Strade)

Comitato organizzatore

Mauro Fabrizio, Serena Ciabò, Antonio Monaco, Raissa Schiappa, Alessandro Marucci, Francesco Zullo, Chiara Paniccia, Mirko Di Febbraro.

Segreteria organizzativa

Valleluna Soc. Coop.
E-mail csre@riservagenzana.it
Tel. Fax. 0864 487006
Cell. 392.6114341
Web csre.riservagenzana.it | www.riservagenzana.it